Cane, umorismo e ironia contro la perdita della vista

28 gennaio 2020 da ANiFiT

Nel blog www.blickontrast.ch/blog Patrik fa scoprire ai suoi lettori la sua vita con Pequinita, il suo cane guida tramite racconti brevi che ti fanno pensare, ma anche sorridere, e che possono sempre essere letti con una strizzatina d’occhio. Abbiamo potuto fare qualche domanda ai due personaggi fittizi delle sue storie («L'uomo» e «Il cane»). Divertiti a leggere questa intervista un po' diversa con elementi autobiografici e fittizi della vita reale.

Patrik e Pequinita

L'uomo e il cane

 

Aspettando il cane …
«Cane, puoi venire qui un minuto, per favore?» «Che succede, amico? In questo momento sono occupato.» «Mangiare bastoncini al kirsch non è un lavoro, è un'attività, caro cane». «Caro amico, non devo venire da te per discutere di due sostantivi, soprattutto perché l'altro sostantivo è usato come spiegazione sia per il termine «impiego» che per «attività». «Cane, smettila e vieni da me. Ho qualcuno che vorrebbe farci qualche domanda». «Bel tentativo di distrarmi dal consumare delle delizie al kirsch, caro amico»! «Ti prego cane, altrimenti dovrò lamentarmi con il tuo educatore nel bene e nel male». «Sempre queste minacce, non ho altra scelta che obbedire». «Bene, il nostro amico a quattro zampe è così gentile da unirsi a noi, possiamo iniziare con l'intervista».

ANiFiT:
Perché hai un cane guida?
Il cane:
Ha una malattia ereditaria RP (retinite pigmentosa). La sua vista è notevolmente diminuita e la sicurezza nella vita quotidiana non era più garantita.
L’uomo:
La prima parte è corretta. La seconda parte, ovviamente, non lo è.

ANiFiT:
Per cosa sostenete le persone in tutto il mondo?
Il cane:
Quanto tempo hai? Perché la lista delle mie attività in termini di sostegno alle persone è incredibilmente lunga. Si potrebbe dire che io sono il suo …
L'uomo:
Sì, sì, va bene, va bene. Da qui in poi me ne occupo io. Il mio cane guida mi aiuta ad affrontare la vita quotidiana in modo sicuro. Grazie a lui sono sicuro di essere anche sul marciapiede, attraversando la strada sul passaggio pedonale. Mi aiuta anche a trovare la fermata dell'autobus o l'ingresso di un negozio. Queste sono solo alcune abilità che il mio quadrupede ha dovuto imparare durante la sua formazione.

ANiFiT:
Come fai a capire se il cane sta bene?
L'uomo:
Beh, se tutto quello che sento sono fruscii e graffi come prima, so che sta bene. Vuol dire che si sta gustando i suo snack al kirsch … Divertimento a parte, ciò non è facile per me, perché non vedo. Quando lo accarezzo poosso sentire come si sente e quando mi prendo cura di lui la sera con la spazzola speciale, lo sento anche io. Poi noto le zecche o altri cambiamenti, per esempio in estate. Ma con il tempo ci si fa una buona idea della condizione del cane.
Il cane:
L'unica sensazione che il mio umano conosce di me è la fame, ma è finita poco dopo le 12:30.

ANiFiT:
Quanti comandi conosce?
Il cane:
Più di quanto la persona accanto a me possa ricordare. Beh, non è difficile …
L'uomo:
Grazie per gli apprezzamenti, caro amico mio. Sono circa 25 i comandi per il lavoro di guida, quasi esclusivamente in italiano. Essi vengono insegnati anche ai quadrupedi attraverso i gesti.
ANiFiT:
Quando sleghi il cane, un tuo fischio lo fa tornare indietro?
L'uomo:
Sono contento che tu stia ancora parlando del «free run». Molti mi chiedono se un cane così possa anche fare il cane e divertirsi liberamente. Ciò è anche assolutamente necessario e imposto dalla scuola per cani guida. Quando è libero, il cane deve anche essere in grado di annusare liberamente. Questo richiede poi anche da parte mia un po' più di concentrazione. Devo fare attenzione in anticipo, se arriva qualcuno. Lo richiamo con il comando appropriato o faccio un fischio. Di solito funziona molto bene. Fortunatamente il mio quadrupede non è una macchina e, come avete notato, ha un cranio molto, molto sviluppato.
Il cane:
Non è tutto vero. Non mi allontano mai più di cinque metri dal mio umano, non posso lasciarlo solo, altrimenti …
L'uomo:
Cane, stai andando fuori tema. Non importa a nessuno.
Il cane:
Lo dici tu! Credo che sia già interessata. Infatti, se si lascia una persona da sola solo una volta, poi arrischia di zoppicare accanto a me per settimane o il sangue esce dal suo corpo da aperture che normalmente non ci dovrebbero essere …
L'uomo:
Stupidate, cane! Chi gemeva qualche giorno fa perché si trovava in un cespuglio pieno di spine per aver fatto una stupidata?
Il cane:
Prossima domanda?

ANiFiT:
Come fai quando il cane fa i suoi bisogni?
L'uomo:
Di solito li fa proprio all'inizio, quando lo lascio libero, e quasi sempre negli stessi posti, a seconda della direzione che prendiamo. Allora devo fare attenzione e metto sempre il piede di lato all'incirca all'altezza della parte posteriore del cane. Riesco ancora a vederlo da vicino. Poi faccio scivolare il sacchettino sulla mia mano e … via.
Il cane:
Per una volta, non c'è niente da aggiungere.

ANiFiT:
Come fai a sapere quanto cibo gli devi dare?
L'uomo:
Una volta l'ho pesato con qualcuno e poi ho trovato un misurino e ora so esattamente quanto posso riempirlo.
Il cane:
Purtroppo qualcuno è stato un po' avaro con la pesatura ed è per questo che ora il cibo è sempre un po' scarso. Tanto più che preferisco di gran lunga avere comunque i bastonici al kirsch, che sono sanzionati in questa casa …

ANiFiT:
Cosa succede tra i cani e tra le persone quando incontrate altri cani?
Il cane:
La specie umana parla per ore …
L'uomo:
Giusto cane, a volte chiacchieriamo un po'. I cani poi giocano insieme. Ma può anche capitare che non lo posssano fare, allora ci salutiamo rapidamente e andiamo avanti.

ANiFiT:
Èanche un normale cane di famiglia?
Il cane:
Ho la funzione di inserviente in questa famiglia … è davvero un lavoro duro per mantenere questo esemplare di umano …
L'uomo:
Sì, paragonabile a un bambino. Se il cane non riceve il suo bastoncino al kirsch, può sdraiarsi sul pavimento e lementarsi.

ANiFiT:
Cosa ti viene chiesto più e più volte?
L'uomo:
Il cane è ancora in addestramento? Può essere anche semplicemente un semplice cane di famiglia? Ha un sacco di temperamento e fa un sacco di stupidaggini. Ma quando ho bisogno di lui, lui è lì e fa un lavoro eccellente.
Il cane:
Oh, non l'ho mai sentito prima. Posso reclamare il mio stipendio? Perché nel ripostiglio sono rimaste solo poche scatole di bastoncini.

ANiFiT:
Gli piace ANiFiT?
Il cane:
Cavolo, non sapevo che ANiFiT avesse anche bastoncini al kirsch …
L'umano:
Come hai capito, il cane non segue una dieta equilibrata. Ci stiamo ancora lavorando. I vostri snack gli sono piaciuti molto in ogni caso.

ANiFiT:
Grazie mille per l'intervista, naturalmente ANiFiT dà i bastoncini al kirsch solo alle persone.


Per saperne di più su Patrik Mäder (con un po' meno ironia e umorismo):
SRF bi de Lüt – Familiensache (servizio televisivo in tedesco)
SRF mitenand – Patrik Mäder continua a giocare a hockey su ghiaccio (servizio televisivo in tedesco)

 
PS: Naturalmente il cane non riceve bastoncini al kirsch (il cacao e l'alcol sono pericolosi per la vita dei cani). Il perché potete scoprirlo nel post del blog https://blickontrast.ch/aehnlichkeiten-teil-2/

<  Vai alla panoramica

Ultimi post

Ipertiroidismo dei gatti - cosa fare?

08.04.2020 da Andrea Meyer

Vai all'articolo

Ipotiroidismo dei cani - cosa fare?

08.04.2020 da Andrea Meyer

Vai all'articolo

DEGUSTAZIONE GRATUITA

Ordina subito